La Confederazione come esempio da seguire

La responsabilità sociale d'impresa (RSI) è sancita nella Strategia della Confederazione per uno sviluppo sostenibile. Il Consiglio federale si aspetta che le imprese agiscano in modo responsabile tenendo conto delle condizioni di lavoro, dei diritti umani e dell’ambiente in tutte le loro attività commerciali, in Svizzera e a livello internazionale. La Confederazione applica altresì in maniera coerente i principi dello sviluppo sostenibile nelle proprie attività.

Corporate Social Responsibility
© Alexander Hana

Alcuni esperti hanno fatto il punto sulla situazione della responsabilità sociale della Confederazione in quanto datrice di lavoro, utilizzatrice di risorse, proprietaria di imprese, investitrice e acquirente. Dal rapporto peritale è emerso che la prassi della Confederazione si colloca a un livello elevato in termini di RSI. La Confederazione si è distinta in modo particolare per le sue performance in quanto datrice di lavoro e ha raggiunto buoni risultati anche relativamente al suo ruolo di proprietaria di imprese e di utilizzatrice di risorse. Stando al rapporto, il maggior potenziale di ottimizzazione per la Confederazione risiede nella sua funzione di investitrice. Dalla seconda analisi emerge che nel corso degli ultimi anni la Confederazione ha dato prova di notevoli sforzi a livello di acquisti sostenibili. Tuttavia, la Confederazione deve ancora fare parecchia strada per essere all'altezza del ruolo esemplare che intende rivestire.

Sulla base del rapporto di esperti è stato pubblicato un opuscolo che illustra gli aspetti fondamentali della RSI, i punti forti e quelli da migliorare per ogni ruolo. Per ogni funzione sono proposte delle possibilità d’intervento.