HIV/AIDS – Priorità alla prevenzione

Benché a livello globale l’epidemia di HIV/AIDS si sia stabilizzata, il tasso d’infezione in certi Paesi continua ad aumentare. Omofobia, leggi discriminanti e violenza di genere minano gli sforzi profusi per consentire alle persone colpite di accedere ai servizi connessi con l’HIV. Nella lotta globale all’HIV/AIDS la DSC punta sulla prevenzione e sulla riduzione della discriminazione sociale.

Obiettivi principali della DSC

La Svizzera contribuisce attivamente agli sforzi profusi nel mondo per contenere la diffusione dell’HIV/AIDS dando il suo appoggio alle organizzazioni internazionali specializzate – quali l’OMS, l’UNAIDS e il Fondo mondiale per la lotta contro l’HIV/AIDS, la tubercolosi, la malaria – così come a organizzazioni, federazioni e reti internazionali e regionali. Nel quadro di programmi bilaterali specifici che variano in base ai Paesi, la Svizzera pone l’accento sulla prevenzione – in particolare in abbinamento a programmi di salute sessuale e riproduttiva – e sul miglioramento dell’accesso a trattamenti, cure e assistenza senza discriminazioni. Nelle regioni in cui l’HIV è particolarmente diffuso, anche i programmi che esulano dall’ambito sanitario prendono, per esempio, in considerazione il ruolo delle persone affette da HIV, le ripercussioni su questi gruppi della popolazione.

La DSC sostiene anche altre attività svolte da organizzazioni non governative svizzere che si impegnano per contrastare la diffusione dell’HIV/AIDS a livello internazionale aiutandole nel loro lavoro di networking e coordinamento in Svizzera. La DSC collabora inoltre con il settore privato e il mondo universitario.

Contesto

Nella lotta contro l’HIV/AIDS sono già stati compiuti notevoli progressi, ma restano ancora sfide considerevoli da affrontare. Secondo le stime, nel mondo 37 milioni di persone hanno contratto l’HIV. Dal 2017 oltre la metà di loro segue una terapia apposita. Grazie alle cure, tra il 2005 e il 2014 il numero di decessi riconducibili all’HIV è diminuito del 35%. Tuttavia, il 25% delle persone affette da HIV non ne è consapevole e non si sottopone quindi ad alcun trattamento. Ciononostante i nuovi casi di infezione sono scesi del 47% tra il 1996 e il 2017, ma da allora il loro numero è rimasto costante. Nel 2017 1,7 milioni di persone hanno contratto il virus. L’emarginazione e la discriminazione nei confronti delle persone sieropositive e delle fasce della popolazione particolarmente colpite dall’HIV continuano a rappresentare un grosso problema, in quanto impediscono di svolgere attività di prevenzione efficaci, di accedere a terapie e di fornire un’assistenza sanitaria adeguata ai pazienti affetti da questa malattia.

In vari Paesi dell’Africa australe la Svizzera ha dato un contributo importante alla creazione di servizi di assistenza psicosociale destinati a bambini e giovani colpiti da HIV/AIDS con lo scopo di ridurne la discriminazione e di aumentarne le prospettive per il futuro.

Links

Mainstreaming du VIH: Intégrer la riposte au VIH dans la coopération
Outiles pratiques, check-lists et exemples sur CD-Rom pour la DDC et ses partenaires
[fr] (PDF, 24 Pagine, 4.9 MB, francese)

Déclaration d'engagement sur le VIH/sida
Ssssion extraordinaire de l'assemblée générale des Nations Unies sur le VIH/SIDA, 25-27 juin 2001
[fr] (PDF, 684.8 kB)

SDC HIV and AIDS Community of Practice
[en] (PDF, 3 Pagine, 801.0 kB, inglese)

Mainstreaming: A Response to HIV and AIDS in Humanitarian Assistance
[en] (PDF, 3 Pagine, 151.7 kB, inglese)

The Media in Education Trust Africa
[en] (PDF, 3 Pagine, 138.4 kB, inglese)

Parliamentarians for Global Action
[en] (PDF, 3 Pagine, 129.3 kB, inglese)

The Regional Psychosocial Support Initiative
[en] (PDF, 4 Pagine, 331.5 kB, inglese)

Technical Assistance for the World Food Programme's HIV and AIDS Response
[en] (PDF, 315.5 kB, inglese)

SDC Support for SolidarMed's Antiretroviral Treatment Project (Smart)
[en] (PDF, 3 Pagine, 169.4 kB, inglese)

Focus sur la prise en charge psychosociale
Africa Brief - Novembre 2010
[fr] (PDF, 4 Pagine, 1.2 MB, francese)

Progetti attuali

Oggetto 1 – 3 di 3

  • 1

Safeguard Young People (SYP) - Tanzania

01.01.2024 - 31.12.2026

With 62% of its population below 25 years, the Safeguard Young People (SYP) programme supports Tanzania’s demographic dividend. The project advances young people’s sexual and reproductive health and rights (SRHR) through a gender-responsive and inclusive policy environment, empowered youth who make informed decisions, and responsive health and education systems. SYP builds on 10 years of regional experience and UNFPA’s expertise.


Core Contribution to the Global Fund to Fight AIDS, Tuberculosis and Malaria 2023-2025

01.01.2023 - 31.12.2025

The Global Fund collects and channels a big share of international funds to end HIV/AIDS, tuberculosis and malaria, which mostly affect the poorest and most vulnerable people in low- and middle-income countries. Its support to country programmes has saved 44 million lives since 2002. In the coming years, the challenge is to regain lost ground in the fight against the three diseases and to further strengthening health systems to ensure impact, sustainability, and better preparedness and response to pandemics.


Switzerland aims to improve health and psychosocial outcomes for adolescents and young people infected with HIV through support to the Zvandiri peer-to-peer programme. Peer interventions positively influence HIV testing rates, treatment uptake, retention in care and viral suppression. This programme is integrated within and seeks to strengthen the public health system. SDC will partner with Africaid, the primary government partner for this approach, and support Africaid’s ambitions to expand the model to Zambia.

01.11.2021 - 31.10.2025

Oggetto 1 – 3 di 3

  • 1