News

I comunicati stampa relativi alla politica europea sono accessibili qui. L’amministrazione federale dispone di un sito Internet sul quale vengono pubblicati tutti i comunicati stampa dei rispettivi dipartimenti e Uffici.

Potete riceverli abbonandovi tramite il link sotto indicato.

Abbonamenti alle news

Ordina i risultati per
Seleziona il periodo

Tutte (1285)

Oggetto 433 – 444 di 1285

La Svizzera e l’UE aggiornano l’Accordo concernente l’assicurazione diretta

05.07.2018 — Europa
La Svizzera e l’UE adeguano l’Accordo concernente l’assicurazione diretta, risalente al 1989, ai nuovi requisiti normativi. Il Comitato misto, composto da rappresentanti di entrambe le Parti, ha approvato e allo stesso tempo adottato le modifiche il 3 Iuglio 2018. L’Accordo soddisferà così anche in futuro le esigenze del settore assicurativo svizzero.


Politica europea: stato dei negoziati sulle questioni istituzionali e prossime tappe

04.07.2018 — Comunicato stampa Europa
Nella seduta del 4 luglio 2018, il Consiglio federale ha preso atto dei progressi tecnici registrati nell’ambito dei negoziati istituzionali con l’Unione europea (UE) e ha affidato alla delegazione responsabile, sulla base del mandato negoziale vigente, il compito di proseguire i colloqui con l’UE in vista di un’intesa.


Buona integrazione dei cittadini dell’UE nel mercato del lavoro in Svizzera

03.07.2018 — Comunicato stampa Europa
Nel 2017 il bilancio migratorio dei cittadini dell’UE/AELS è stato di 31 250 persone, ossia ben al di sotto della media pluriennale. Il dato è basso e rispecchia la modesta crescita occupazionale osservata fino alla fine del 2017 in Svizzera, nonché la ripresa della congiuntura nell’Unione europea. L’immigrazione associata alla libera circolazione continua a dipendere dai fabbisogni dell’economia; gli immigrati sono ben integrati nel mercato del lavoro.


Il servizio pubblico di collocamento è pronto per l’obbligo di annunciare i posti vacanti

26.06.2018 — Comunicato stampa Europa
Il 26 giugno 2018, la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) e l’Associazione degli uffici svizzeri del lavoro (AUSL) hanno fatto il punto durante una conferenza stampa sullo stato di attuazione dell’obbligo di annunciare i posti vacanti. Tutti i lavori sono in fase avanzata, per cui dal 1° luglio sarà possibile annunciare agli uffici regionali di collocamento (URC) i posti vacanti nei generi di professioni con un tasso di disoccupazione nazionale minimo dell’otto per cento.



20° Comitato misto Svizzera-UE: scambio sull’Accordo di libera circolazione

19.06.2018 — Comunicato stampa Europa
Martedì 19 giugno 2018 le delegazioni della Svizzera e dell’Unione europea (UE) si sono riunite a Bruxelles per il quindicesimo incontro del Comitato misto per l’Accordo sulla libera circolazione delle persone Svizzera-UE (ALC). Le delegazioni hanno discusso svariate questioni legate all’applicazione e all’attuazione dell’ALC. La delegazione svizzera ha inoltre illustrato i lavori svolti per attuare l’articolo 121a Cost. e introdurre l’obbligo di comunicare i posti vacanti.


Asilo: statistica di maggio 2018

12.06.2018 — Comunicato stampa Europa
In maggio sono state presentate in Svizzera 1268 domande d’asilo, ossia 13 in più che nel mese precedente (+1,0%). Il numero di domande è diminuito del 12,6 per cento (-183) rispetto al maggio dello scorso anno. Il numero di sbarchi sulle coste italiane è leggermente aumentato durante il mese di maggio, passando da 3170 (aprile) a 3960 persone. Da svariati mesi la Svizzera non è più il primo Paese di destinazione dei migranti in arrivo in Europa.


Lotta alla pressione salariale e al lavoro nero

12.06.2018 — Comunicato stampa Europa
Le misure collaterali sono state introdotte quindici anni fa e la legge contro il lavoro nero è in vigore da dieci anni. Il rapporto sull’attuazione delle misure collaterali alla libera circolazione delle persone tra la Svizzera e l’Unione europea (UE) e il rapporto sull’esecuzione della legge contro il lavoro nero mostrano che nel 2017 i controlli sono stati molto intensi. Gli abusi salariali e il lavoro nero sono stati contrastati in modo efficace. I controlli sono avvenuti negli ambiti in cui il rischio di infrazioni è più alto.


33a riunione del Comitato misto Svizzera-UE sui trasporti terrestri

12.06.2018 — Comunicato stampa Europa
L’allegato 1 dell’Accordo bilaterale sui trasporti terrestri è stato adeguato alle nuove disposizioni tecniche adottate nei settori stradale e dell’interoperabilità ferroviaria. La Svizzera e l’Unione europea (UE) hanno firmato la relativa decisione martedì a Berna, in occasione della 33a riunione del Comitato misto sui trasporti terrestri.


Il Consiglio federale decide un’eventuale misura per proteggere l’infrastruttura delle borse svizzere

08.06.2018 — Comunicato stampa Europa
Il Consiglio federale si impegna affinché la Commissione europea rinnovi a tempo indeterminato l’equivalenza delle borse, concessa alla Svizzera nel dicembre 2017 soltanto per un anno. In data odierna, il Consiglio federale ha deciso un’eventuale misura per proteggere l’infrastruttura delle borse svizzere nel caso in cui l’equivalenza delle borse non dovesse essere rinnovata. Il Governo introdurrà tale misura solo in caso di necessità.


Confermato dal Consiglio federale l’elenco dei generi di professioni soggetti all’obbligo d’annuncio

23.05.2018 — Comunicato stampa Europa
Dal 1° luglio 2018 i posti di lavoro vacanti nei generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari o superiore all’8 per cento (valore soglia) saranno soggetti all’obbligo d’annuncio al servizio pubblico di collocamento. Questa soglia sarà abbassata al 5 per cento il 1° gennaio 2020. Nella riunione del 23 maggio 2018 il Consiglio federale ha confermato l’elenco dei generi di professioni soggetti all’obbligo d’annuncio, già pubblicato ad aprile dalla SECO su lavoro.swiss. Nel contempo ha semplificato e affidato al Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca (DEFR) il compito di elaborare e pubblicare l’elenco.


Libera circolazione delle persone: applicazione della clausola di salvaguardia per Bulgaria e Romania

16.05.2018 — Europa
Nella seduta del 16 maggio 2018, il Consiglio federale ha approvato la revisione dell’ordinanza sull’introduzione della libera circolazione delle persone. La modifica, che consentirà di mantenere anche dopo il 1° giugno 2018 l’attuale quota di permessi di soggiorno per i lavoratori provenienti dalla Bulgaria e dalla Romania (UE-2), fa seguito alla decisione del Consiglio federale del 18 aprile 2018 di prorogare la clausola di salvaguardia in vigore dal 1° giugno 2017.

Oggetto 433 – 444 di 1285

Comunicato stampa (1217)

Notizia (68)