Relazioni bilaterali Svizzera–Francia

Tra la Svizzera e la Francia intercorrono relazioni strette e intense, soprattutto nelle regioni di confine. I due Paesi sono legati da una lingua comune, quella francese, da scambi economici, politici e culturali e da rapporti umani. I contatti intrattenuti a tutti i livelli sono stretti e regolari.

Priorità delle relazioni diplomatiche

La Francia, Paese confinante e membro fondatore dell’Unione europea (UE), è uno dei partner prioritari della politica estera svizzera. Le relazioni tra i due Paesi si fondano su numerosi accordi bilaterali e sugli accordi conclusi tra la Svizzera e l’UE. 

La Svizzera condivide con la Francia quasi 600 chilometri di confine, da cui nascono scambi molto intensi a livello transfrontaliero sia nella periferia di Ginevra, nella regione del Lago Lemano e nell’Espace Mont-Blanc sia nella regione del Reno superiore e nell’Arco del Giura. Ogni giorno più di 180’000 cittadini francesi attraversano il confine per venire a lavorare in Svizzera.

Questioni economiche, fiscali e finanziarie, la cooperazione in materia di ricerca e di innovazione e progetti infrastrutturali sono oggetto di programmi di collaborazione bilaterale.

La Francia e la Svizzera intrattengono altresì scambi regolari sull’attualità internazionale e sulla cooperazione in ambito multilaterale.

Banca dati dei trattati internazionali

Cooperazione economica

La Francia è il quarto partner commerciale della Svizzera in ordine di importanza (considerando sia le importazioni che le esportazioni di beni, eccetto il commercio dell’oro) dopo la Germania, gli Stati Uniti e l’Italia; nel 2019 il 6,6% delle esportazioni svizzere era diretto verso la Francia. Nello stesso anno, la Svizzera era al nono posto tra i clienti e i fornitori della Francia.  Nel 2017 il volume complessivo degli scambi commerciali bilaterali ha raggiunto circa 38 miliardi CHF.

Alla fine del 2018 il volume di investimenti svizzeri in Francia ammontava a 63,8 miliardi CHF e si concentrava essenzialmente nelle zone di confine e nella regione dell’Ile-de-France. Questi investimenti creano posti di lavoro per circa 110’000 persone. Alla fine del 2018 il volume degli investimenti francesi in Svizzera raggiungeva invece quota 48,7 miliardi CHF, corrispondenti a circa 60’000 posti di lavoro. La Francia è il quinto investitore straniero in Svizzera.

Il turismo è un elemento non insignificante delle relazioni economiche tra i due Paesi: nel 2018, infatti, il numero di pernottamenti di turisti francesi in Svizzera ha superato gli 1,24 milioni. La Francia è quindi il quinto  Paese in ordine di importanza per il turismo svizzero dopo la Germania, gli Stati Uniti, il Regno Unito e la Cina. Nel 2016 in Francia si sono registrati oltre 3,1 milioni di pernottamenti di viaggiatori svizzeri. 

Sostegno commerciale, Switzerland Global Entreprise SGE

Camera di commercio Francia-Svizzera (de, fr)

Informazioni sui singoli paesi, Segreteria di Stato dell’economia SECO 

Cooperazione nei settori della formazione, della ricerca e dell’innovazione

La Francia e la Svizzera curano relazioni scientifiche nell’ambito dell’industria, della formazione e della ricerca. I rappresentanti della Segreteria di Stato per la formazione, la ricerca e l’innovazione (SEFRI) e dei Ministeri francesi per l’educazione nazionale, l’istruzione superiore e la ricerca (Ministère français de l’Education nationale et Ministère français de l’Enseignement supérieur, de la Recherche et de l’Innovation) s’incontrano regolarmente per discutere della collaborazione e degli scambi nel settore universitario, scientifico e tecnologico.

In ambito multilaterale, la Francia e la Svizzera collaborano strettamente e con successo in numerosi programmi e in seno alle principali organizzazioni di ricerca europee, come il CERN e l’Agenzia Spaziale Europea (ESA). L’impegno congiunto della Francia e della Svizzera ha consentito al CERN nel dicembre 2012 di ottenere lo statuto di osservatore all’ONU. Dal 2013 si organizzano regolarmente forum franco-svizzeri dedicati all’innovazione allo scopo di offrire una piattaforma di incontro a scienziati e aziende dei due paesi.

Infine, dal 2013 l’Ambasciata di Svizzera organizza periodicamente delle conferenze con discussione denominate «Think Swiss: une vision du futur», incentrate sull’innovazione, la formazione e la ricerca e finalizzate a offrire una piattaforma di scambio tra l’ambiente scientifico e quello imprenditoriale dei due paesi.

Agenzia spaziale europea, ESA (fr)

Organizzazione europea per la ricerca nucleare, CERN (fr, en)

Scambi culturali

Gli scambi culturali tra la Svizzera e la Francia sono storicamente antichi, ricchi e molteplici. Da oltre 30 anni Pro Helvetia finanzia il «Centre culturel suisse» a Parigi, che ha il compito di promuovere e diffondere la produzione culturale svizzera contemporanea. L'Ambasciata di Svizzera a Parigi, e i Consolati generali di Lione, Marsiglia e Strasburgo, accompagnano e sostengono la comunicazione intorno alle manifestazioni culturali svizzere programmate da numerose istituzioni francesi. Gli organismi statali competenti s’incontrano regolarmente nell’ambito di discussioni culturali.

Le svizzere e gli svizzeri in Francia

Nel 2019 circa 200’000 cittadini e cittadine svizzeri erano registrati presso l’Ambasciata e i Consolati generali di Svizzera in Francia. Rappresentano la più grande comunità di Svizzeri all’estero.

Statistica sugli Svizzeri all’estero, DFAE

Storia delle relazioni bilaterali

Nel 1798, la Svizzera inaugura a Parigi la sua prima rappresentanza all’estero, alla quale si aggiunge presto il consolato di Bordeaux. Alla fine del XIX secolo, la Francia è l’unico Paese ad avere una rappresentanza in Svizzera, a Berna.

Francia, dizionario storico della Svizzera