Coronavirus: restrizioni per i viaggiatori provenienti dalla Svizzera

Le attività consolari dell'Ambasciata di Svizzera a Tel Aviv sono di nuovo completamente assicurate.

Al fine di limitare il più possibile il rischio di infezione, i servizi consolari allo sportello, fino a nuovo avviso, saranno forniti solo su appuntamento concordato in anticipo. Si prega di notare che, a causa della situazione attuale, sono previsti tempi di elaborazione più lunghi. Come in precedenza, è possibile raggiungerci telefonicamente. Si prega di inviare le richieste scritte al seguente indirizzo: telaviv@eda.admin.ch.

Svizzera  

 

Da metà giugno il nuovo coronavirus si è diffuso ripetutamente in Svizzera, tra l'altro dopo l'ingresso nel Paese di persone infette provenienti da Paesi Schengen e non Schengen. A partire da lunedì 6 luglio 2020, le persone che entrano in Svizzera da determinate zone (compreso Israele) dovranno rimanere in quarantena per dieci giorni. L'UFSP tiene un elenco di questi Paesi, che viene regolarmente aggiornato.

Si prega di notare che si può entrare in Svizzera se

sono cittadini svizzeri;

avere un passaporto valido di qualsiasi paese insieme a uno dei seguenti documenti:

  • un permesso di soggiorno valido, ossia un permesso di soggiorno svizzero (carte d'identità L / B / C / Ci)
  • una carta di legittimazione rilasciata dal DFAE;
  • un visto nazionale rilasciato dalla Svizzera;

hanno diritto alla libera circolazione; ingresso in Svizzera o in un Paese dello spazio Schengen

In viaggio verso un paese terzo attraverso la Svizzera - prima di iniziare il viaggio si prega di contattare il controllo di frontiera dell'aeroporto in questione;

Se non siete in possesso di uno dei documenti sopra elencati, contattate l'Ambasciata svizzera a Tel Aviv.

Dal 3 agosto 2020 anche le persone che hanno un partner in Svizzera hanno il diritto di entrare in Svizzera, a condizione che possano dimostrare tale relazione. Per ulteriori informazioni consultare il foglio informativo "Information sheet for life partner and close acquaintance".

Prima del viaggio, consultate il sito web della Segreteria di Stato per le Migrazioni SEM. Qui troverete domande e risposte sulle restrizioni e le esenzioni all'ingresso, sulla libera circolazione delle persone e sul blocco dei visti.

Israele 

Il 18 marzo 2020, il governo israeliano ha imposto un divieto totale di ingresso nel suo territorio per tutti gli stranieri che non sono residenti in Israele.

  • Ogni cittadino israeliano o residente permanente (è richiesta la carta d'identità israeliana) che entra in Israele dall'estero deve essere messo in quarantena per 14 giorni dopo il suo ritorno in patria.
  • Ai viaggiatori che non sono cittadini o residenti israeliani è vietato l'ingresso in Israele, anche se possono dimostrare di poter essere messi in quarantena in patria. Si possono fare eccezioni per le persone che vivono in Israele.
  • I viaggiatori provenienti dalla Svizzera che si trovano già in Israele sono tenuti a seguire le istruzioni sul sito web del Ministero della sanità israeliano - si prega di registrarsi anche nell'app Travel Admin del DFAE:
  • Chi non si sente bene e/o sviluppa sintomi del virus (febbre, tosse, naso che cola, mal di testa e dolori al petto) deve contattare immediatamente MADA (Magen David Adom) per telefono alle 101.
  • Mantenere un livello di igiene molto alto ed evitare di stringere la mano.
  • Documentate i suoi viaggi in Israele. 

Sono state adottate anche altre misure. Per ulteriori informazioni sulle restrizioni all'ingresso e sulle misure di quarantena ordinate dal governo israeliano, consultare il sito web del Ministero della Salute israeliano (inglese/ebraico). 

Il Ministero della Salute israeliano ha anche istituito un numero verde +972 (0)8-6241010 raggiungibile dalle 08:00 alle 21:00 (ora israeliana) per domande relative al coronavirus. 

Per informazioni sui restanti voli da e per Israele, consultare il sito web dell'Autorità Aeroportuale Israeliana. 

Per informazioni generali sulle precauzioni da prendere per ridurre il rischio di contagio, consultate le pagine web dell'Organizzazione mondiale della sanità, dell'Ufficio federale della sanità pubblica e i consigli di viaggio del DFAE su questo tema.

Per domande urgenti rivolgersi alla Helpline del DFAE (tel. +41 800 24-7-365 / +41 58 465 33 33).

Visti ed entrata in Svizzera

La rappresentanza competente fornisce informazioni sulle disposizioni relative ai visti e sulla procedura di richiesta di un visto. Vi sono inoltre dati supplementari in merito all’entrata e al soggiorno in Svizzera.

Visti ed entrata in Svizzera

Foto di persone che lavorano nella House of Switzerland a Londra nel 2012

Servizi

Le sedi esterne del DFAE offrono ai cittadini svizzeri all’estero un’ampia gamma di prestazioni: dal rilascio di un visto al disbrigo di questioni legate allo stato civile.

Servizi

Valigia gialla

Consigli di viaggio

Il DFAE fornisce informazioni su temi di sicurezza che concernono la politica e la criminalità in un Paese. I consigli di viaggio valutano i possibili rischi e suggeriscono misure di prevenzione.

Consigli di viaggio

Stretta di mano con simbolo accordo sopra la croce svizzera al Parlamento.

La Svizzera e Israele

L’impegno della Svizzera in loco negli ambiti della diplomazia, della formazione, della cultura e dell’economia è presentato nella panoramica.

La Svizzera e Israele