Divisione Europa

L’Unione europea è di gran lunga il partner più importante della Svizzera, sia per il suo peso economico e politico che per la sua prossimità culturale e geografica con il nostro Paese. In Svizzera, un franco su tre è generato dagli scambi commerciali con l’Unione europea. Il 60 per cento delle esportazioni della Svizzera è diretto verso l’UE e dall’UE proviene l’80 per cento delle nostre importazioni. Non essendo membro dell’Unione europea, la Svizzera fonda la sua politica europea su accordi bilaterali settoriali approvati dal popolo svizzero in occasione di varie votazioni. Le questioni concrete legate alle nostre relazioni con l’UE sono disciplinate da oltre 120 accordi, tra cui una ventina di trattati particolarmente importanti. Tali accordi favoriscono un ampio accesso reciproco ai rispettivi mercati e rendono possibile un’intensa collaborazione in altri settori. Il Consiglio federale ritiene che la via bilaterale sia attualmente lo strumento più appropriato per la nostra politica europea.

Divisione Europa

La Divisione Europa è il centro di competenze della Confederazione per la politica europea. La Divisione analizza il processo d'integrazione europea e ne valuta gli effetti sulla Svizzera. Coordina la politica europea della Confederazione, di concerto con i servizi competenti. Inoltre la Divisione Europa è incaricata d'informare il pubblico in merito alla politica europea della Svizzera e all'integrazione europea in senso lato.

La Divisione Europa definisce gli orientamenti in materia di politica estera nelle relazioni con i Paesi limitrofi e con tutti gli altri Stati dell’Europa occidentale e centrale. Quale parte della politica nei confronti degli Stati limitrofi, la Divisione tiene conto anche delle relazioni transfrontaliere e sostiene i Cantoni nell’ambito della cooperazione transfrontaliera.

Politica europea della Svizzera

Accordi bilaterali Svizzera-UE

Altri dossier Svizzera-UE