Validi il:
Diffusi il: 27.04.2020

La descrizione della situazione è stata aggiornata. Le raccomandazioni rimangono invariate.


Consigli di viaggio – Sudan del Sud

I consigli di viaggio poggiano su un'analisi della situazione attuale effettuata dal DFAE. Sono permanentemente controllati e se necessario aggiornati.
Si prega inoltre di leggere anche le raccomandazioni generali per tutti i viaggi come pure la rubrica focus, parte integrante dei presenti Consigli di viaggio.

NUOVO CORONAVIRUS (COVID-19):

L’Ufficio federale della sanità pubblica UFSP consiglia ancora di rinunciare ai viaggi all’estero non necessari. Sono esclusi da questa raccomandazione:

  • dal 15 giugno 2020, i Paesi dello spazio Schengen (Danimarca, Islanda e Norvegia comprese) e la Gran Bretagna. Tuttavia, a causa dell’evoluzione epidemiologica attuale, l’UFSP sconsiglia i viaggi non strettamente necessari a destinazione degli Stati Schengen seguenti: dal 22 luglio 2020 in Lussemburgo e dall 5 agosto 2020 in Spagna (escluse le Baleari e le Canarie).
  • dal 20 luglio 2020, anche i Paesi seguenti: Andorra, Australia, Bulgaria, Canada, Cipro, Corea del Sud, Croazia, Georgia, Giappone, Irlanda, Marocco, Monaco, Nuova Zelanda, Ruanda, San Marino, Thailandia, Tunisia, Uruguay, Vaticano.

L’UFSP ha inoltre decretato che, dal 6 luglio 2020, chi entra in Svizzera in provenienza da Stati o da regioni con rischio elevato di contagio deve mettersi in quarantena per dieci giorni. Vedi le informazione dell'UFSP costantemente aggiornate.
UFSP

Prestare attenzione al focus nuovo coronavirus (Covid-19)

Prima di recarsi all'estero, si raccomanda di informarsi presso le rappresentanze estere in Svizzera (ambasciate e consolati) circa le disposizioni d’ingresso attualmente in vigore e altre misure volte a contenere la diffusione del nuovo coronavirus.
Rappresentanze estere in Svizzera

Segreteria di Stato della migrazione SEM: Stati Schengen

Valutazione sommaria

Si sconsigliano i viaggi a destinazione del Sudan del Sud come pure i soggiorni di qualsiasi tipo.

La situazione è imprevedibile. Nella maggior parte degli stati membri del paese, avvengono di continuo dei conflitti bellici; soprattutto negli stati di Western Equatoria, Central Equatoria e Eastern Equatoria, Unity, Jonglei e Upper Nile, dove si trovano gli impianti petroliferi. Benché gli stranieri e le organizzazioni umanitarie non siano primariamente il bersaglio di attacchi, vi sono rischi securitari importanti in tutto il paese anche per loro: il rischio di sequestro, il rischio di rimanere coinvolti in una sparatoria, di essere vittima di un attacco criminale o di un saccheggio. Esempi: Il 1° novembre 2019 un'operatrice umanitaria e un bambino sono stati rapiti a Isebi (Central Equatoria); altri tre operatori umanitari sono stati uccisi nell'attacco. Il 15 maggio 2018 alcuni collaboratori di una organizzazione umanitarie internazionale sono stati sequestrati. Il 4 luglio 2017, nove collaboratori delle Nazioni Unite, tra i quali quattro stranieri, sono stati sequestrati a Juba. Il 25 marzo 2017 sei operatori umanitari sono stati uccisi sulla strada che porta da Juba a Pibor. Il 26 agosto 2015, due operatori umanitari sono stati uccisi nei pressi di Leer.

In tutto Paese sussiste il pericolo di mine.

La rubrica terrorismo e sequestri rende attenti ai pericoli del terrorismo.
Terrorismo e sequestri

Nonostante sia stato firmato un accordo di pace nel 2018 e l’insediamento di un governo provvisorio (Traditional Government of National Unity) nel febbraio 2020, gli ulteriori sviluppi della situazione restano incerti.

A causa della difficile situazione di sicurezza, la Svizzera ha in determinate circostanze possibilità limitate o addirittura nulle di prestare aiuto in casi d’emergenza.

Indirizzi utili

Rappresentanze svizzere all'estero: in caso di emergenza all'estero, è possibile rivolgersi alla rappresentanza svizzera più vicina o alla Helpline DFAE.
Ambasciata di Svizzera a Addis Abeba, Etiopia
Helpline DFAE


Rappresentanze estere in Svizzera: Il Sud Sudan ha accreditato cuna rappresentanza ufficiale in Svizzera a Ginevra: Ambassade de la République du Soudan du Sud, Ave de France 23, 1202 Genève (tel. +41 22 740 57 36, mission.rss.geneva@hotmail.com).

Clausola di esclusione della responsabilità
I Consigli di viaggio del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) poggiano su fonti d'informazione proprie, reputate degne di fede. I Consigli di viaggio sono utili indicazioni ausiliarie per programmare un viaggio in modo accurato. Il DFAE non si assume tuttavia la responsabilità né della pianificazione né dello svolgimento del viaggio.
Le situazioni di pericolo sono spesso imprevedibili e confuse e possono mutare rapidamente. Il DFAE non garantisce la completezza dei consigli di viaggio e la correttezza delle informazioni riportate nelle pagine esterne collegate al sito. Declina ogni responsabilità per eventuali danni legati a un viaggio. Le pretese derivanti dall’annullamento di un viaggio vanno avanzate direttamente all’agenzia di viaggio o alla compagnia presso la quale si è stipulata l’assicurazione di viaggio.