Inizio pagina

L’agenda del presidente della Confederazione a colpo d’occhio

La cerimonia di presentazione degli auguri di buon anno con il corpo diplomatico, il messaggio del 1° agosto alla nazione. Ma anche la Ukraine Recovery Conference a Lugano. I principali appuntamenti del presidente della Confederazione e capo del DFAE Ignazio Cassis riassunti in brevi notizie e immagini.

03.08.2022
Ignazio Cassis e Denys Shmyhal parlano durante l’incontro.

Alla Ukraine Recovery Conference del 5 luglio a Lugano, la Svizzera e l'Ucraina hanno presentato la «Dichiarazione di Lugano» con il sostegno dei partner internazionali. © KEYSTONE/DFAE/Alessandro della Valle

03.08.2022 - Ignazio Cassis alla Conferenza di revisione del Trattato di non proliferazione nucleare a New York.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis interviene da un leggio.
Il Presidente Ignazio Cassis è intervenuto alla Conferenza di revisione del Trattato di non proliferazione nucleare a New York il 2 agosto 2022. © DFAE

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha partecipato alla conferenza di revisione del Trattato di non proliferazione nucleare, il 2 agosto 2022 a New York. Nel suo discorso, Cassis ha sottolineato come le minacce della Russia di ricorrere alle armi nucleari abbiano evidenziato l’esigenza di prendere un insieme di misure per contenere i rischi in questo ambito. I recenti sviluppi in Ucraina hanno dimostrato che, in una situazione di conflitto, è necessario proteggere le strutture nucleari. L'impegno della Svizzera mira a garantire la sicurezza nucleare per la comunità globale e a dare nuovo impulso al disarmo nucleare.

Ignazio Cassis ha chiesto alla conferenza di lanciare un segnale affinché le armi nucleari non vengano mai più utilizzate: «Dobbiamo ridurre il ruolo delle armi nucleari e ridurre la probabilità di un incidente nucleare o di un ricorso alle armi nucleari a causa di un'incomprensione. Alle parole devono seguire azioni concrete per evitare disastri umanitari ed ecologici.»

Comunicato stampa

Discorso del Presidente della Confederazione (fr)

Minaccia nucleare – La Svizzera chiede delle misure

29.07.2022 – Il 1° agosto del presidente della Confederazione Ignazio Cassis: un viaggio attraverso la pluralità svizzera

Per celebrare la festa nazionale, lunedì 1° agosto 2022 il presidente della Confederazione Ignazio Cassis intraprenderà un viaggio in treno, in diverse tappe, per incontrare la popolazione svizzera nei luoghi simbolo della storia del Paese. Sarà accompagnato da una delegazione di giovani italofoni, cui poi si uniranno giovani vodesi.

Mappa della Svizzera con la rete ferroviaria, sulla quale sono scritti a mano i luoghi che il Presidente della Confederazione Cassis visiterà il 1° agosto.
Da Lugano a Losanna: l'itinerario del Presidente della Confederazione Cassis il 1° agosto. © DFAE

Questo viaggio, della durata di un giorno, inizierà a Lugano (TI) e si concluderà sotto i fuochi d’artificio sulle rive del Lago Lemano. Lungo il percorso, Ignazio Cassis farà una sosta a Knonau (ZH) per condividere un brunch con la popolazione presso una fattoria, quindi si dirigerà a Grenchen (SO), dove incontrerà gli abitanti del luogo. Sia Knonau, nei cui pressi si svolsero le guerre di Kappel e del Sonderbund, che Grenchen, teatro di lotte sociali, sono luoghi emblematici della capacità tipicamente svizzera di riconciliazione dopo conflitti talvolta fratricidi.

Sempre spostandosi in treno, a fine giornata il presidente della Confederazione giungerà nella Svizzera romanda, a Losanna, dopo aver fatto una tappa a Yverdon-les-Bains. Successivamente al suo arrivo nel nuovo quartiere artistico di Losanna, presso la Plateforme 10, Ignazio Cassis si recherà nel quartiere di Ouchy per assistere ai tradizionali fuochi d’artificio organizzati dalla città.

Comunicato stampa

05.07.2022 – Ukraine Recovery Conference (URC2022)

Foto di gruppo dei delegati e delle delegate alla conferenza.
All’URC2022 hanno partecipato 58 delegazioni internazionali. © KEYSTONE/DFAE/Alessandro della Valle

Alla Ukraine Recovery Conference (URC2022), svoltasi il 4 e 5 luglio a Lugano, la Svizzera e l’Ucraina – rappresentate dal presidente della Confederazione Ignazio Cassis e dal primo ministro ucraino Denys Shmyhal – hanno elaborato la «Dichiarazione di Lugano» insieme a 58 delegazioni tra Stati e organizzazioni internazionali.

La conferenza in immagini

09.06.2022 – Elezione della Svizzera al Consiglio di sicurezza dell’ONU

Il Presidente Ignazio Cassis vota all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York.
Il Presidente della Confederazione Ignazio Cassis vota all'Assemblea generale dell'ONU a New York. © DFAE

Il 9 giugno 2022 l’Assemblea generale dell’ONU ha eletto la Svizzera come membro non permanente del Consiglio di sicurezza dell’ONU. Il mandato, della durata di due anni, inizierà il 1° gennaio 2023 e si concluderà il 31 dicembre 2024. Grazie al seggio nel Consiglio di sicurezza, la Svizzera potrà quindi contribuire con i propri punti di forza alla pace e alla sicurezza, costruire ponti in veste di Paese neutrale e, attraverso il contatto diretto con i principali attori del panorama mondiale, difendere meglio i propri interessi.
Inoltre, potrà far valere maggiormente le proprie posizioni, così da influenzare gli sviluppi internazionali in qualità di partner credibile. «Siamo onorati di questa elezione. Adempieremo il mandato con rispetto e siamo pronti ad impegnarci in modo costruttivo e ad assumerci le nostre responsabilità all’interno del Consiglio di sicurezza», ha affermato il presidente della Confederazione Ignazio Cassis, che era presente all’elezione.

Elezione della Svizzera al Consiglio di sicurezza dell’ONU

08.06.2022 – Incontro a Washington

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato a Washington il presidente della Banca Mondiale, David Malpass. L’attuale situazione in Ucraina è stata tra i temi centrali dell’incontro. 

23.5.2022 – Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis inaugura il WEF a Davos

Il Presidente della Confederazione Cassis pronuncia il suo discorso dal leggio sul palco. Sullo sfondo c'è un muro blu con la scritta " World Economic Forum".
Il Presidente della Confederazione Cassis durante il suo discorso di apertura a Davos. © WEF

Sulla guerra in Ucraina, la Svizzera ha adottato un approccio collaborativo come Paese neutrale. Lo ha dichiarato il presidente della Confederazione Ignazio Cassis nel suo discorso di apertura del Forum economico mondiale (World Economic Forum, WEF). Cassis ha sottolineato l’impegno della Svizzera, in quanto Paese neutrale,

  • per rafforzare i valori fondamentali, sia propri che comuni;
  • garantire gli sforzi di pace, propri e comuni;
  • assicurare un’architettura di sicurezza stabile e basata su regole, che può essere sviluppata solo a livello multilaterale.

Dato che l’aggressione militare della Russia nei confronti dell’Ucraina costituisce una grave violazione delle norme elementari del diritto internazionale, la Svizzera ha adottato le sanzioni dell’UE contro la Russia.

Anche se al momento non si intravede la fine della guerra, secondo il capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) Cassis l’attenzione dovrebbe concentrarsi sul percorso verso la ricostruzione e sulla gestione delle conseguenze economiche del conflitto. A inizio luglio si terrà a Lugano la Ukraine Recovery Conference, ossia la conferenza per la ripresa in Ucraina. «Questa conferenza dovrà essere il punto di partenza per il processo di ricostruzione dell’Ucraina», ha dichiarato Cassis.

Nel suo discorso, il presidente della Confederazione ha anche sottolineato la necessità di un multilateralismo mirato. Cassis è dell’avviso che il rafforzamento mirato del multilateralismo e il ritorno ai compiti fondamentali siano gli strumenti giusti per affrontare le questioni che hanno un impatto globale e che non possono essere risolte in modo isolato. Si tratta per esempio delle questioni riguardanti il clima, la povertà estrema, le crisi economiche mondiali, l’approvvigionamento energetico e le migrazioni di massa.

Discorsi del presidente della Confederazione Cassis al WEF:

Discorso di apertura «Die Wirklichkeit ist multilateral» (de)

Discorso del presidente della Confederazione, Ignazio Cassis - WEF – Open Forum (de)

20.05.2022 – Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis riceve il presidente del Kenia Uhuru Kenyatta

Venerdì 20 maggio 2022 il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato il presidente keniota Uhuru Kenyatta a Berna. Oltre ad approfondire le relazioni bilaterali, i due interlocutori si sono soffermati sulle prossime elezioni in Kenia e hanno avuto uno scambio di vedute sul Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Comunicato stampa

19.05.2022 – Prima visita di Stato della Repubblica slovacca in Svizzera

Il Consiglio federale accoglie la presidente della Repubblica slovacca Zuzana Čaputová e la delegazione slovacca presso Palazzo federale a Berna.
La visita di Stato della Repubblica slovacca in Svizzera è un’occasione per approfondire ulteriormente le relazioni tra i due Paesi. © DFAE

Giovedì 19 maggio 2022 il Governo svizzero guidato dal presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha ricevuto a Berna la presidente della Repubblica slovacca Zuzana Čaputová. È stata la prima volta in cui un capo di Stato slovacco è stato accolto con i più alti onori protocollari in Svizzera. L’evento ha così sottolineato gli eccellenti rapporti che intercorrono tra i due Paesi dal 1993, anno dell’indipendenza della Repubblica slovacca. I colloqui ufficiali hanno coinvolto anche la consigliera federale Karin Keller-Sutter, capo del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP), e il ministro degli esteri slovacco Ivan Korčok. Le discussioni hanno portato in special modo sulle relazioni bilaterali, la politica europea di entrambi i Paesi, la situazione negli Stati dei Balcani occidentali, l’aggressione russa contro l’Ucraina e le sue conseguenze sull’architettura di sicurezza in Europa. Non da ultimo, all’ordine del giorno vi sono state le questioni legate al clima e all’ambiente. La visita di Stato è proseguita venerdì 20 maggio a Zurigo.

Discorso del presidente della Confederazione Ignazio Cassis

Discorso della presidente della Repubblica slovacca Zuzana Čaputová (en) (PDF, 3 Pagine, 94.5 kB, Inglese)

06.05.2022 – Il presidente della Confederazione incontra il Papa e le guardie svizzere

Ignazio Cassis con le guardie svizzere.
La Guardia svizzera pontificia è il simbolo degli storici legami fra Svizzera e Santa Sede. © DFAE

A Roma per il giuramento delle nuove guardie svizzere, il presidente della Confederazione si è intrattenuto con Papa Francesco e con il Segretario per i rapporti con gli Stati, l’Arcivescovo Paul Richard Gallagher. Al centro dei colloqui le storiche relazioni bilaterali fra i due Paesi, ulteriormente rafforzate dalla decisione del Consiglio federale di istituire una nuova ambasciata di Svizzera presso la Santa Sede.

Ignazio Cassis insieme a Papa Francesco.
Le storiche relazioni bilaterali fra i due Paesi sono state al centro dei colloqui con Papa Francesco e il Segretario per i rapporti con gli Stati, l’Arcivescovo Paul Richard Gallagher. © Vatican Media

Durante le discussioni sono poi state evocate anche questioni internazionali, come la guerra in Ucraina e l’architettura europea di sicurezza. Lo scorso novembre, in occasione della visita in Svizzera del segretario di Stato del Vaticano Pietro Parolin, i due Paesi avevano firmato una dichiarazione congiunta, con l’obiettivo di rafforzare l’impegno comune e la cooperazione in ambito bilaterale e multilaterale per promuovere la pace e i diritti umani nel mondo. Un impegno ribadito oggi dai due Stati «che condividono i valori di dialogo e di pace», ha dichiarato il presidente della Confederazione.

La sede dell’ambasciata presso la Santa Sede.
L’ambasciata presso la Sante Sede dovrebbe essere operativa già nei prossimi mesi. © DFAE

A margine della visita in Vaticano, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha presentato la sede che ospiterà l’ambasciata di Svizzera presso la Santa Sede e lanciato i lavori.

Comunicato stampa

05.05.2022 – Due incontri a San Gallo

Ignazio Cassis tiene il suo discorso al Simposio di San Gallo.
«Collaborative Advantage» era il tema del simposio di quest’anno. © DFAE

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha partecipato all’annuale Simposio di San Gallo. L’attualità in Ucraina e la politica di neutralità della Svizzera sono i temi toccati nel suo discorso, disponibile su questa pagina.

Discorso del presidente della Confederazione

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha inoltre partecipato all’incontro pilota della commissione intergovernativa Lago di Costanza. Già nel mese di gennaio, i rappresentanti dei Governi dei Cantoni e Länder di Germania, Austria, Liechtenstein e Svizzera - membri della Conferenza internazionale del Lago di Costanza - si sono incontrati in vetta al Säntis dove hanno sottolineato la necessità di creare una commissione intergovernativa per rafforzare il dialogo tra la Conferenza e i governi nazionali. Il DFAE ha sostenuto l’iniziativa e si è impegnato nell’organizzazione del progetto pilota, in stretta intesa con i ministeri degli esteri di Germania, Austria e Liechtenstein.

05.05.2022 – Senza la pace è impossibile garantire i diritti umani

Il 5 maggio è la Giornata dell’Europa, che commemora la fondazione del Consiglio d’Europa avvenuta nel 1949. L’Europa era stata distrutta. Da allora il Consiglio d'Europa si impegna nella difesa dei diritti umani, dello stato di diritto e della democrazia. Oggi, di fronte alla guerra, questi valori assumono un’importanza crescente, scrive il presidente Ignazio Cassis nel suo messaggio per questa giornata.

Messaggio del presidente della Confederazione Ignazio Cassis in occasione della Giornata dell’Europa

29.04.202 – Zurigo – Lugano – Milano: viaggio all’insegna della sostenibilità e dell’innovazione

Un giovane mostra a Ignazio Cassis come funziona un macchinario.
La giornata dell’innovazione ha evidenziato la connessione tra le regioni e la collaborazione tra i poli dell’innovazione. © DFAE

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha lanciato il 29 aprile 2022 la prima giornata dell’innovazione con un viaggio in più tappe. 

Ignazio Cassis ha visitato il Parco dell’innovazione di Dübendorf e il Tecnopolo Ticino di Manno. Al termine del viaggio ha presenziato inoltre all’inaugurazione ufficiale della House of Switzerland di Milano, dove ha avuto luogo una tavola rotonda sul futuro dell’innovazione, realizzata in collaborazione con il «Milano Innovation District» (MIND), il nuovo polo lombardo dedicato all’innovazione situato nel perimetro di Expo 2015.

A Milano ha incontrato due rappresentanti del Governo italiano: il ministro degli esteri Luigi Di Maio e il ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale Vittorio Colao. Al centro dei colloqui con il ministro Luigi Di Maio l’attualità internazionale e in particolare la guerra in Ucraina. Insieme al ministro Vittorio Colao, il presidente della Confederazione ha discusso delle strategie adottate dai due Paesi per mettere in atto la trasformazione digitale e delle implicazioni per la governance globale.

Comunicato stampa

28.04.2022 – La Svizzera e il Regno Unito consolidano il loro partenariato

Il consigliere federale Ignazio Cassis e il primo ministro Boris Johnson in piedi su un tappeto rosso davanti all'ingresso della residenza del primo ministro al numero 10 di Downing Street. Si stringono la mano.
Il presidente della Confederazione incontra il primo ministro britannico Johnson a Londra per dei colloqui bilaterali. © DFAE

Giovedì 28 aprile 2022 il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato a Londra il primo ministro britannico Boris Johnson e la ministra degli esteri Elizabeth Truss. La Svizzera e il Regno Unito hanno firmato una dichiarazione comune di sviluppo del loro partenariato bilaterale e hanno convenuto di approfondire la cooperazione nel settore scientifico. Hanno riaffermato la volontà di avviare colloqui esplorativi volti ad attualizzare l’accordo commerciale esistente. Tra i temi centrali dibattuti vi sono stati anche l’aggressione militare russa contro l’Ucraina e le sue conseguenze nonché le relazioni della Svizzera e del Regno Unito con l’Unione europea (UE).

Il presidente della Confederazione Cassis al centro. Alla sua destra la regina Elisabetta II e alla sua sinistra la moglie Paola Rodoni Cassis.
La regina Elisabetta II ha ricevuto il presidente della Confederazione in visita di cortesia. © DFAE

La regina Elisabetta II ha ricevuto il presidente della Confederazione in visita di cortesia.

Comunicato stampa

22.04.2022 – Economia e scienza al centro della visita del presidente della Confederazione in Giappone

Fumio Kishida e Ignazio Cassis si stringono la mano. Sullo sfondo si vedono le bandiere del Giappone e della Svizzera.
Il primo ministro giapponese Fumio Kishida e il presidente della Confederazione Ignazio Cassis hanno discusso della guerra in Ucraina e della cooperazione economica e scientifica tra Svizzera e Giappone. © DFAE

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis si è recato in Giappone dal 18 al 22 aprile, accompagnato da una delegazione economica e scientifica. La visita si è svolta in tre tappe: Tokyo, Osaka e Kyoto.

A Tokyo il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato il primo ministro giapponese Fumio Kishida e il ministro degli affari esteri Yoshimasa Hayashi. I colloqui hanno riguardato la guerra in Ucraina e le sfide a livello di politica di sicurezza che ne conseguono per Europa e Asia, nonché del ruolo della Svizzera e del Giappone nelle organizzazioni internazionali e di cooperazione in ambito commerciale e scientifico. Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e i suoi interlocutori hanno elogiato le buone relazioni bilaterali basate su valori condivisi.

Il presidente della Confederazione Cassis discute di sicurezza globale e temi bilaterali con il premier giapponese Kishida e il ministro degli affari esteri Hayashi, comunicato stampa, 18.04.22

Dopo aver partecipato a un evento in occasione del 40° anniversario della Camera di commercio e dell’industria svizzera in Giappone, il presidente della Confederazione si è recato a Osaka. La delegazione svizzera ha preso parte alla cerimonia di posa della prima pietra per la costruzione del nuovo consolato svizzero. Il consolato fungerà anche da nuova sede di Swissnex. Nel programma anche uno scambio con gli organizzatori dell’Esposizione universale OSAKA 2025, una visita al supercomputer Fugaku e un evento con la comunità svizzera nella regione metropolitana di Kansai.

Giovedì 21 aprile il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha concluso il suo viaggio presidenziale in Giappone tenendo un discorso all’Università di Kyoto sui legami tra scienza e innovazione, da un lato, e diplomazia, dall’altro. Nel suo discorso il presidente della Confederazione ha ricordato che la diplomazia scientifica rappresenta uno strumento di aiuto per affrontare le sfide del XXI secolo.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis conclude il suo viaggio in Giappone con un discorso all’università di Kyoto, comunicato stampa, 21.04.22

11.04.2022 – Il presidente della Confederazione Cassis tra i banchi di scuola ad Agno

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha fatto visita alla scuola media di Agno, in Canton Ticino, dove anche lui è stato allievo. In aula magna ha incontrato un’ottantina di allievi e allieve delle classi di quarta, che hanno di recente visitato Palazzo federale nell’ambito del corso di civica alla cittadinanza e alla democrazia. I giovani hanno potuto porre al presidente della Confederazione domande sui temi della guerra in Ucraina e della neutralità svizzera, come anche sul suo ruolo di presidente e capo del DFAE. Ignazio Cassis ha rivolto ai giovani presenti l’invito a coltivare la curiosità e ad essere uniti al di là delle differenze, con uno speciale pensiero ai nuovi compagni provenienti dall’Ucraina accolti dalla scuola. «È così che viviamo la pluralità che contraddistingue il nostro Paese: aprendoci agli altri, rispettandoli e chiedendo loro di rispettare noi». 

11.04.2022 – Incontro con il presidente della Lettonia Egils Levits a Lugano

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis stringe la mano al presidente della Lettonia Egils Levits in Piazza Riforma a Lugano.
Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha accolto il presidente della Lettonia Egils Levits in Piazza Riforma a Lugano. © Keystone, Pablo Gianinazzi

Oltre alle relazioni bilaterali fra Svizzera e Lettonia e l’attualità che riguarda la guerra in Ucraina, è stata al centro dei colloqui fra il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e l’omologo lettone Egils Levits anche la politica europea. Il presidente della Confederazione ha colto quest’occasione per evidenziare i valori comuni che legano le due parti, assicurando l’impegno svizzero per la stabilità, la sicurezza e la prosperità in Europa.

I due presidenti hanno poi visitato il Museo Rainis e Aspazija a Lugano, che rende omaggio all’esilio in Svizzera dei due intellettuali lettoni nei primi anni del Novecento.

Comunicato stampa

07.04.2022 – Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis riceve il presidente croato Zoran Milanović a Ginevra

Il presidente Ignazio Cassis e il presidente croato Zoran Milanović a Ginevra.
Il presidente Ignazio Cassis incontra il presidente croato Zoran Milanović a Ginevra. © Keystone

Giovedì, 7 aprile 2022, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato a Ginevra il presidente croato Zoran Milanović. Oltre che sulle relazioni bilaterali, i colloqui sono stati incentrati sull’aggressione russa contro l’Ucraina, sulla situazione nei Balcani occidentali e sulla politica europea della Svizzera. In agenda anche un incontro con gli studenti dell’Università di Ginevra.

Accogliendo il presidente croato a Ginevra il presidente della Confederazione ha sottolineato la sua intenzione di ricevere ospiti stranieri in diverse regioni della Svizzera. L’obiettivo è duplice: rendere visibile all’estero la diversità del Paese e al contempo rendere tangibile in tutta la Svizzera la politica estera.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis riceve il presidente croato Zoran Milanović, Comunicato stampa, 07.04.2022

04.04.2022 – Incontro con la Delegazione olimpica e paralimpica a Berna

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e la consigliera federale Viola Amherd insieme a una ventina di atleti e atlete all’interno del palazzo del Parlamento.
Il presidente della Confederazione e la consigliera federale Viola Amherd hanno partecipato all’incontro con gli atleti olimpici e paralimpici. © VBS/DDPS, André Scheidegger

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha accolto a Palazzo federale atleti e atlete che hanno rappresentato la Svizzera e sono saliti sul podio ai giochi olimpici e paralimpici di Pechino lo scorso febbraio. Ha colto questa occasione per rivolgere un pensiero alla difficile situazione che la popolazione ucraina sta affrontando. Il presidente ha sottolineato il forte legame che lo sport riesce a instaurare, creando unità al di là delle differenze: «Lo sport concorre alla nostra identità collettiva, soprattutto in un Paese variegato come il nostro, caratterizzato dalla pluralità».

Sedici le medaglie vinte da rappresentanti di tutte le regioni linguistiche. Il presidente della Confederazione ha concluso il suo discorso plurilingue con uno speciale ringraziamento agli sportivi tutti, non solo quelli presenti in sala: «Lo sport è lavoro, ambizione e tanta umanità. Proprio ciò di cui abbiamo bisogno, specialmente in questi tempi non normali».

Discorso del presidente della Confederazione Ignazio Cassis (it) 

Il discorso in romancio (PDF, 3 Pagine, 105.8 kB)

31.03.2022 – Il presidente della Confederazione Cassis apre il nuovo "Congresso della cooperazione internazionale”

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha aperto a Ginevra il Congresso della cooperazione internazionale 2022. Circa 1600 persone dai background più diversi sono convenute a questo evento di due giorni per individuare insieme nuove soluzioni alle sfide della cooperazione internazionale e a quelle causate dal cambiamento climatico. Il Congresso, che ha luogo in formato ibrido, è stato lanciato dal capo del Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) e in futuro si svolgerà su base annua.

All’insegna del motto «Together Different», il Congresso della cooperazione internazionale della Svizzera 2022 (Congresso CI) è dedicato alla ricerca di risposte alle questioni più pressanti per la cooperazione internazionale di fronte al cambiamento climatico. Verranno anche affrontate le sfide attuali legate alla crisi ucraina e al protrarsi della pandemia di COVID-19.

Il Congresso punta su nuove forme di cooperazione e sull’intelligenza collettiva. I governi, le organizzazioni internazionali, il mondo scientifico ed economico e la società civile devono unire le forze per affrontare le sfide in modo innovativo, all’insegna del motto «Together Different».

Al Congresso della cooperazione internazionale 2022, sono inoltre stati premiati i giovani che hanno presentato progetti innovativi per lo sviluppo sostenibile e la riduzione della povertà, nell'ambito del concorso giovanile "Together we're better".

Comunicato stampa «Cercare insieme nuove soluzioni alle sfide del cambiamento climatico»

Allocuzione di apertura del Presidente della Confederazione, Ignazio Cassis

Articolo «Primo Forum della cooperazione internazionale in Svizzera»

Articolo «Dai giovani nascono 60 nuove idee per uno sviluppo sostenibile»

13.03.2022 – Omaggio alle vittime dell’incidente a Sierre

Ignazio Cassis è in piedi dietro a una corona di fiori.
In questa occasione è stata posta una targa commemorativa vicino al memoriale sul sito del lago di Géronde. © Keystone

Circa 150 parenti e amici delle vittime del tragico incidente di Sierre hanno partecipato a una cerimonia di commemorazione insieme ai rappresentanti ufficiali del Belgio e dei Paesi Bassi nonché al presidente della Confederazione Ignazio Cassis e alle autorità vallesane. 

L’incidente in autobus, avvenuto dieci anni fa, era costato la vita a 28 persone, tra cui 22 bambini belgi e olandesi.

A margine della cerimonia ufficiale di commemorazione, il presidente della Confederazione e il primo ministro belga si sono incontrati per uno scambio bilaterale.

Comunicato stampa

09.03.2022 – Incontro con il presidente ungherese Áder a Neuhausen

Ignazio Cassis parla con il presidente ungherese.
Gli scambi bilaterali fra l’Ungheria e la Svizzera vantano una lunga tradizione. © DFAE

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha ricevuto il presidente ungherese János Áder a Neuhausen, nel Canton Sciaffusa, per una visita di lavoro. Durante l’incontro, incentrato sulla guerra in Ucraina, si è inoltre discusso della politica europea della Svizzera.

Comunicato stampa

06.03.2022 – Giornata del malato: il presidente della Confederazione Cassis esorta a sostenere una vita autodeterminata – per i malati e la popolazione in guerra

Nel discorso tenuto in occasione della Giornata del malato, il presidente della Confederazione Cassis ha sottolineato quanto sia importante poter condurre la propria vita in modo autodeterminato. Ciò significa che dobbiamo «attingere forza dalle nostre proprie risorse – indipendentemente da quante possano essere» e dare un «senso alla nostra vita», così si è espresso ispirandosi al motto «Vivi la tua vita» della Giornata del malato di quest’anno.

«Vivi la tua vita» rappresenta però anche una sfida permanente. «Eventi imprevisti quali un incidente, una malattia o anche una guerra possono infatti scombussolare da un giorno all’altro la nostra vita». I pensieri del presidente della Confederazione Cassis vanno quindi alla popolazione dell’Ucraina. Proprio in un momento così difficile è importante non sentirsi abbandonati, ma sapere che qualcuno ci è accanto.

Nella Giornata del malato, il presidente della Confederazione Cassis ha pertanto invitato a rivolgere un pensiero a tutte le persone che, nonostante le difficoltà, cercano di vivere per quanto possibile bene la propria vita. «Sosteniamoci reciprocamente per dare pienamente senso al motto “Vivi la tua vita”».

21.02.2022 – Seconda edizione della Emna rumantscha

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha invitato a Berna un gruppo di allieve e allievi delle scuole secondarie di Scuol e Savognin per inaugurare, insieme al Consigliere di Stato grigionese Jon Domenic Parolini, la seconda edizione della settimana della lingua romancia (Emna rumantscha). La delegazione di studenti è arrivata con un bagaglio carico di idee per la promozione della lingua e cultura romancia in Svizzera e per farla conoscere anche all’estero.

Valigia romancia in consegna a Palazzo federale, articolo

 

09.02.2022 – Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis in visita ufficiale in Niger

Il presidente Cassis e il presidente del Niger Mohamed Bazoum salgono una rampa di scale.
Il presidente Ignazio Cassis ha incontrato il 7 febbraio il presidente del Niger Mohamed Bazoum. © DFAE

«Approfondimento delle relazioni bilaterali, cooperazione internazionale e partenariato con il Comitato Internazionale della Croce Rossa»: sono questi i temi al centro della visita che il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha effettuato in Niger dal 7 al 9 febbraio. Con le ultime elezioni presidenziali del 2021 c’è stato il primo passaggio democratico del potere dalla proclamazione dell’indipendenza.

Il presidente della Confederazione ha elogiato questi sviluppi positivi durante il suo incontro con il presidente del Niger Mohamed Bazoum e altri membri del governo. «Anche la Svizzera ha interesse che la regione del Sahel si sviluppi e goda di stabilità», ha affermato Cassis a Niamey. Il Sahel è una regione prioritaria della Strategia Africa subsahariana 2021‒2024. È per questo motivo – ha aggiunto – che la Svizzera sta ampliando le sue relazioni con questi Paesi, tra cui anche il Niger.

«Per la Svizzera è fondamentale proteggere le persone più deboli», Articolo

Niger – Il presidente della Confederazione Cassis approfondisce le relazioni bilaterali ed elogia il partenariato con il CICR, Comunicato stampa, 09.02.2022

29.01.2022 – 150° anniversario dell'internamento dell’armata di Bourbaki

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha partecipato alla celebrazione a Les Verrières del 150° anniversario dell'internamento dell'armata orientale francese al comando del generale Bourbaki. Nel 1871, la Svizzera aveva accolto quasi 90000 soldati e ufficiali francesi che, incalzati dall’esercito prussiano, varcarono i confini del Giura vodese. Dopo essere stati disarmati, i soldati francesi sono stati alloggiati e curati dalla popolazione svizzera.

Nel suo discorso, Ignazio Cassis ha ricordato che il numero di soldati accolti rappresentava il tre per cento della popolazione svizzera di allora. «La vita era dura per tutti, si lottava per mangiare e per vivere. Nonostante le difficoltà la popolazione e le autorità di questa regione hanno pensato ai bisogni degli altri, mettendo lo spirito umanitario al primo posto». L'internamento fu anche una delle prime grandi missioni umanitarie del Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR), fondato nel 1863.

Il presidente della Confederazione ha ricordato inoltre che la pace in Europa da quasi 80 anni è dovuta all'unificazione europea. «Quando oggi affrontiamo la complessità della politica attuale, è essenziale non dimenticare l'obiettivo originale dell'Unione Europea: mai più la guerra sul suolo europeo».

Discorso

27.01.2022 - Giornata di commemorazione delle vittime dell’Olocausto

Nel suo messaggio in occasione della Giornata internazionale di commemorazione delle vittime dell'Olocausto, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha citato il suo recente incontro in Ticino con Fishel Rabinowicz, uno degli ultimi superstiti dell’Olocausto che vivono in Svizzera. Nato nel 1924 in Polonia, è stato deportato nel 1941 in diversi campi di lavoro forzato e di concentramento dove trascorse molti anni della sua vita. Alcuni momenti di questo incontro sono stati riassunti in un video.

Il messaggio del presidente della Confederazione 

Ignazio Cassis incontra Fishel Rabinowicz

21.01.2022 – Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis all'Albisgüetli

Ignazio Cassis ha partecipato alla 34a edizione del tradizionale convegno dell’UDC zurighese all'Albisgüetli. Nel suo discorso ha parlato dell’attuale pandemia di coronavirus e si è espresso anche sulla politica europea. Su questo tema ha sottolineato che il Consiglio federale vuole continuare ad avere relazioni stabili e regolamentate con l'UE. «Sono troppo importanti per metterle in discussione. Non bisogna dimenticare che queste relazioni portano a uno scambio quotidiano di merci del valore di un miliardo di franchi».

Discorso

21.01.2022 – Ignazio Cassis a colloquio con i ministri degli esteri di Russia e USA sul tema della sicurezza in Europa

Ignazio Cassis parla e stringe la mano al ministro degli esteri russo Lavrov.
Oltre alla sicurezza in Europa, anche le questioni relative ai diritti umani sono state tema dell’incontro con il ministro degli esteri Lavrov. © Keystone

Venerdì 21 gennaio 2022, il presidente della Confederazione e capo del DFAE Ignazio Cassis ha incontrato separatamente i ministri degli esteri Antony Blinken e Sergey Lavrov in occasione dell'incontro USA-Russia a Ginevra. I colloqui erano incentrati sulla situazione della sicurezza in Europa e al confine russo-ucraino.

Ignazio Cassis e il ministro degli esteri Blinken siedono uno di fronte all'altro a un tavolo e parlano.
Questioni bilaterali e le relazioni con l’Iran sono invece i temi discussi con il ministro degli esteri Blinken. © Keystone

La Svizzera è preoccupata per le crescenti tensioni sul confine russo-ucraino. La Svizzera è pronta a offrire i buoni uffici se sono ritenuti utili e se sono desiderati, ha spiegiato il presidente della Confederazione Cassis. Inoltre, l'OSCE dovrebbe svolgere un ruolo centrale come piattaforma di dialogo e con le sue misure di rafforzamento della fiducia e della sicurezza.

Comunicato stampa

21.01.2022 – Covid-19: Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis in visita all’Ospedale Civico di Lugano

“Questa visita mi ha permesso di discutere con chi è in prima linea nella lotta al COVID-19 e di farmi un’idea della situazione in ospedale” ha affermato Ignazio Cassis, accolto presso l’Ospedale Regionale di Lugano. Accompagnato dal direttore del Dipartimento della sanità e della socialità del Cantone Ticino Raffaele De Rosa e dal medico cantonale Giorgio Merlani, Ignazio Cassis si è intrattenuto con la direzione dell’ospedale, dialogando con medici e infermieri.

20.01.2022 – Incontro a Berlino

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis in conversazione con il presidente della Repubblica federale di Germania Frank-Walter Steinmeier.
Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis a colloquio con il presidente della Repubblica federale di Germania Frank-Walter Steinmeier. © Presse- und Informationsamt der Bundesregierung, Fotograf Jesco Denzel

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha incontrato a Berlino il presidente della Repubblica federale di Germania Frank-Walter Steinmeier, il cancelliere Olaf Scholz e la ministra degli esteri Annalena Baerbock. Al centro dei colloqui le eccellenti relazioni bilaterali nonché le attuali sfide in Europa e a livello internazionale.

Comunicato stampa

Il presidente della Confederazione Cassis viene accolto dal cancelliere Scholz.
Il presidente della Confederazione Cassis viene accolto dal cancelliere Scholz. © Bundesregierung / Bergmann

20.01.2022 – Riunione online in vista della Conferenza sulla riforma ucraina (URC2022)

Il 20 gennaio 2022, in occasione di una riunione online, il presidente della Confederazione Ignazio Cassis e il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyy hanno espresso le loro aspettative in vista della quinta Conferenza sulla riforma ucraina (URC), che si terrà quest’estate a Lugano.

«Come ospite della Conferenza sulla riforma ucraina, la Svizzera può contribuire alla stabilità e alla prosperità in Europa. Sono lieto che, come partner di lunga data dell’Ucraina, abbiamo la possibilità di sostenere il Paese nel suo percorso di riforma», ha dichiarato il presidente della Confederazione Cassis: «Lo scambio diretto tra le autorità ucraine e gli investitori in occasione di questa riunione online consentirà di discutere le aspettative e gli obiettivi comuni.»

La tavola rotonda ha riguardato in particolare le relazioni economiche, le riforme di politica economica e il quadro giuridico degli investimenti. L’obiettivo della comunità internazionale è di accompagnare e sostenere le riforme. L’URC offre inoltre a tutte le parti interessate l’opportunità di discutere le prossime fasi del processo di riforma.

Comunicato stampa

14.01.2022 – Cinquantenario della Conferenza internazionale del Lago di Costanza

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis con il primo ministro del Principato del Liechtenstein Daniel Risch sul Säntis.
Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis con il primo ministro del Principato del Liechtenstein Daniel Risch sul Säntis © Erich Brassel

Venerdì 14 gennaio 2022, i rappresentanti dei Governi dei Cantoni e Länder di Germania, Austria, Liechtenstein e Svizzera, membri della Conferenza internazionale del Lago di Costanza, si sono incontrati in vetta al Säntis e hanno festeggiato il cinquantenario della Conferenza. In occasione di questa commemorazione ha partecipato all’incontro anche il presidente della Confederazione Ignazio Cassis. L’obiettivo della Conferenza è rafforzare ulteriormente la collaborazione transfrontaliera nella regione del Lago di Costanza e le relazioni dei quattro Paesi confinanti e delle relative regioni.

A margine dell’incontro il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha inoltre avuto la possibilità di intrattenersi con il primo ministro del Principato del Liechtenstein Daniel Risch.

Communicato stampa

Allocuzione del presidente della Confederazione Ignazio Cassis (DE)

13.01.2022 – Prima visita a Vienna, come da tradizione

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis si è recato a Vienna per la sua prima visita ufficiale. È stato ricevuto dal presidente austriaco Alexander Van der Bellen, dal cancelliere federale Karl Nehammer e dal presidente del Consiglio nazionale Wolfgang Sobotka. La tradizione che da decenni prevede che il primo viaggio di un presidente della Confederazione si svolga in Austria è significativa dei rapporti di amicizia che legano i due Paesi.

A conclusione dei colloqui bilaterali, Ignazio Cassis ha incontrato il ministro degli esteri polacco Zbigniew Rau, che ricopre ora la presidenza dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE), e la segretaria generale dell’OSCE Helga Schmid e ha presentato il piano d’azione svizzero OSCE 2022-2025.

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis a Vienna per la sua prima visita ufficiale all’estero

La Svizzera presenta il suo piano d’azione inteso a rafforzare l’efficacia dell’OSCE in vista del 2025

12.01.2022 – Cerimonia per la presentazione degli auguri di Capodanno da parte del corpo diplomatico

Il presidente della Confederazione Ignazio Cassis ha accolto a Palazzo federale i rappresentanti e le rappresentanti del corpo diplomatico in Svizzera, in occasione della tradizionale cerimonia per la presentazione degli auguri di Capodanno.

Discorsi, immagini e un’intervista all’ambasciatrice Beatrice Schaer, responsabile del Protocollo, sono disponibili sulla pagina dedicata all’evento.

Cerimonia di presentazione degli auguri di Capodanno da parte del corpo diplomatico

01.01.2022 – Allocuzione di Capodanno

«Il consiglio federale è all’ascolto di voi tutti, non importa dove vivete o che lingua parlate. Questa pluralità è la forza della Svizzera!». Si rivolge così alla popolazione Ignazio Cassis per celebrare il nuovo anno. Con il suo discorso il presidente della Confederazione porta i cittadini e le cittadine a viaggiare con lui lungo i binari che attraversano la Svizzera, raggiungono tutte le regioni linguistiche e uniscono così il Paese. 

31.12.2021 – Nuova foto del Consiglio federale

Vista dall'alto: i membri del Consiglio federale su una mappa della Svizzera.
La foto del Consiglio federale del 2022. © Stefano Spinelli

Ogni anno viene pubblicata una nuova foto del Governo con i sette consiglieri e consigliere federali e il cancelliere. Nel 2022 è il presidente della Confederazione Ignazio Cassis a fungere da «direttore artistico».

Sette consiglieri e consigliere federali, più Cantoni di origine, un’unica Svizzera. «Come i membri del Consiglio federale, tutte le Svizzere e tutti gli Svizzeri sono diversi per provenienza, lingua, cultura o mentalità. Ma tutti insieme formiamo la Svizzera», spiega Ignazio Cassis, che approfondisce il tema proposto in un breve video.

Il concetto dietro a questo scatto spiegato dal neoeletto presidente.

Dietro le quinte (di uno scatto)

Sguardo dietro le quinte: la realizzazione della foto del Consiglio federale del 2022.

08.12.2021 – Elezione a presidente della Confederazione

L’Assemblea federale plenaria ha eletto Ignazio Cassis presidente della Confederazione per l’anno 2022 con 156 voti. Ad accompagnarlo come vice-presidente il consigliere federale Alain Berset.

Il giorno dell’elezione del presidente della Confederazione Ignazio Cassis in immagini