Divisione Americhe

La Divisione Americhe è responsabile delle relazioni bilaterali con i 35 Stati del continente americano, dall’Alaska alla Terra del Fuoco, Caraibi compresi, e ha come compito principale il coordinamento della politica svizzera nei confronti dei Paesi di questa regione.

La Divisione Americhe è suddivisa in due gruppi di coordinamento regionale: la Coordinazione regionale America del Nord e centrale, che include i Caraibi, e la Coordinazione regionale America del Sud. Questi due team coordinano e curano in maniera sistematica le relazioni bilaterali con i Paesi di loro competenza. Rappresentano il punto di collegamento tra le rappresentanze svizzere sul continente americano e l’Amministrazione federale e mantengono i contatti con le ambasciate degli Stati americani in Svizzera e con uffici esterni che si occupano di questa regione.

La Divisione Americhe svolge in particolare le seguenti attività:

  • coordinare le attività bilaterali dei vari servizi dell’Amministrazione federale
  • definire le posizioni politiche e realizzare la politica estera svizzera a livello bilaterale in contatto con le rappresentanze diplomatiche della Svizzera in loco e con le ambasciate degli Stati americani responsabili delle relazioni con il nostro Paese
  • formulare raccomandazioni e strategie politiche per la definizione della politica svizzera nei confronti del continente americano
  • organizzare, preparare e valutare le visite all’estero del capo del DFAE e della segretaria di Stato ed elaborare contributi per la preparazione dei viaggi della presidente o del presidente della Confederazione e di altri capi di dipartimento
  • preparare le visite di delegazioni straniere presso il capo del DFAE e la segretaria di Stato e contribuire all’organizzazione di altre visite ad alto livello in Svizzera
  • preparare materiale informativo sulle relazioni bilaterali con i Paesi americani per il Consiglio federale, il Parlamento, l’Amministrazione federale, i media e le tutte le persone interessate
  • mantenere i contatti con gli ambienti interessati, come camere di commercio, organizzazioni di parlamentari, associazioni assistenziali e organizzazioni non governative
  • occuparsi di diversi mandati in qualità di potenza protettrice per Stati terzi attraverso il Servizio degli interessi stranieri che fa parte della Divisione

La Divisione Americhe è suddivisa in due gruppi di coordinamento regionale: la Coordinazione regionale America del Nord e centrale, che include i Caraibi, e la Coordinazione regionale America del Sud. Questi due team coordinano e curano in maniera sistematica le relazioni bilaterali con i Paesi di loro competenza. Rappresentano il punto di collegamento tra le rappresentanze svizzere sul continente americano e l’Amministrazione federale e mantengono i contatti con le ambasciate degli Stati americani in Svizzera e con uffici esterni che si occupano di questa regione. 

Nel continente americano la Svizzera sostiene il consolidamento delle condizioni quadro giuridiche in vari settori (commercio, investimenti, fiscalità, innovazione) allo scopo di intensificare ulteriormente le relazioni economiche talvolta già strette. Con molti Paesi della regione vi è un’ampia condivisione di valori e obiettivi a livello multilaterale; la Svizzera si impegna insieme a loro in ambito multilaterale sostenendo così le proprie priorità.

Le tre aree prioritarie sono le seguenti:

  1. Pace e sicurezza: la Svizzera collabora con gli Stati Uniti in campi specifici per consolidare un’architettura di sicurezza globale fondata su regole chiare. A causa delle ripercussioni dei conflitti interni in corso in America latina, l’aiuto umanitario e i buoni uffici della Svizzera continueranno a essere necessari. La Svizzera contribuisce ad attenuare le conseguenze delle catastrofi naturali nella regione.
  2. Prosperità: saranno approfondite le relazioni con i Paesi di importanza regionale, in particolare nei settori del commercio e degli investimenti, della scienza, dell’innovazione e della formazione professionale. Per contenere la povertà e la criminalità occorre migliorare a lungo termine le prospettive professionali degli abitanti dell’America latina.
  3. Rafforzamento della presenza in loco e della cooperazione con le organizzazioni regionali: l’accento è posto sulla governance, i diritti umani, la lotta alla corruzione e all’impunità, lo sviluppo economico e la sostenibilità, la protezione dalle catastrofi, l’innovazione e la formazione professionale.

Coordinazione regionale America del Nord e centrale

La Coordinazione regionale America del Nord e centrale è responsabile delle relazioni bilaterali tra la Svizzera e gli USA, il Canada, il Messico, gli Stati dell’America centrale e dei Caraibi. Gli USA svolgono un ruolo predominante, essendo per la Svizzera il partner di gran lunga più importante al di fuori dell’Europa, in particolare dal punto di vista economico e della ricerca. Con gli USA la Svizzera tiene ogni anno consultazioni a livello politico. A margine di eventi multilaterali cerca inoltre il contatto regolare con interlocutori americani. La Svizzera intrattiene rapporti politici regolari anche con il Canada e il Messico, membri del G20. Entrambi i Paesi sono partner centrali per le relazioni economiche svizzere e per la cooperazione in seno a organismi multilaterali. Nei Caraibi gli Stati prioritari sono Cuba e Haiti, dove la Svizzera gestisce un importante programma di cooperazione e ricostruzione. 

Coordinazione regionale America del Sud

La Coordinazione regionale America del Sud è responsabile delle relazioni bilaterali della Svizzera con i Paesi dell’America del Sud e coordina la politica della Confederazione nei confronti di questi Paesi. Grazie alle sue nove ambasciate, la Svizzera dispone di un’ampia rete di rappresentanze diplomatiche in quest’area, frutto degli intensi legami storici (emigrazione svizzera nel XIX e XX secolo) tuttora percepibili attraverso le strette e diversificate relazioni bilaterali e gli ingenti investimenti effettuati in questi Paesi. La Svizzera ha contatti politici regolari con il Brasile (BRICS e G20), l’Argentina (G20), la Colombia, il Cile e il Perù (insieme al Messico, questi ultimi tre Stati sono membri dell’Alleanza del Pacifico, in cui la Svizzera gode dello statuto di osservatore). Al centro della cooperazione allo sviluppo vi sono la Colombia (SECO, DSC, DSU), la Bolivia (DSC) e il Perù (SECO, DSC).

Servizio degli interessi stranieri

Il Servizio degli interessi stranieri si occupa di una serie di mandati in qualità di potenza protettrice, tra cui USA in Iran, Russia in Georgia e Georgia in Russia. La rappresentanza degli interessi statunitensi in Iran si basa su un mandato completo (consolare e diplomatico). Gli affari che rientrano nel mandato per la Russia e la Georgia sono trattati in loco da una sezione di tutela degli interessi del Paese in questione con l’impiego di personale proprio. Queste sezioni sono poste sotto il protettorato della Svizzera conformemente al diritto internazionale.

Mandati in qualità di potenza protettrice

La protezione degli interessi statunitensi in Iran risale alla crisi degli ostaggi del 1980. Da allora, ad eccezione del rilascio di visti, tutti gli affari consolari per le cittadine e i cittadini statunitensi in Iran (p. es. richiesta di passaporto, modifica dello stato civile, assicurazione sociale, protezione consolare, servizi notarili) sono trattati dal servizio svizzero incaricato della tutela degli interessi americani a Teheran e dal Servizio degli interessi stranieri presso la Centrale a Berna. Tale servizio funge anche da punto di collegamento con l’Ambasciata degli Stati Uniti a Berna.

Organizzazione

Direzione della Divisione: 1 collaboratore diplomatico con il titolo di ambasciatore

Direzione della Divisione (supplenza) e coordinatore regionale America del Nord e centrale: 1 collaboratore diplomatico con il titolo di ministro

Coordinatore regionale America del Sud: 1 collaboratore diplomatico

Specialisti del settore geografico: 4 collaboratori diplomatici o scientifici (USA, Canada e America centrale, Caraibi e America del Sud)

Segreteria: 2 collaboratori 

Servizio degli interessi stranieri: 1 collaboratore consolare, 1 collaboratore specializzato